In una calda domenica di luglio che per molti significa un giorno in spiaggia tra bambini urlanti, noi abbiamo deciso di visitare Veroli, in Ciociaria, grazie a una visita guidata organizzata dalla proLoco in collaborazione con CiociariaTurismo!

Tutti sanno quanto io sia appassionnata della mia terra e delle mie origini e vedere un luogo così pieno di storia con gli occhi di una guida locale mi ha riempito gli occhi e il cuore di bellezza!

La città fu fondata dagli Ernici, popolazione di cui abbiamo traccia fin dal XII secolo a.C., per poi essere conquistata da Roma nel IV secolo a.C. diventando un libero Municipio grazie alla lealtà dimostrata nei suoi confronti.

Ecco le 5 cose che non puoi perdere a Veroli!

Fasti Verulani

La prima cosa in cui ci si imbatte quando si entra nel centro storico, è uno dei più importanti reperti archeologici della zona: un Calendario romano (FASTI VERULANI) in marmo risalente al I secolo d.C. e scoperto nel 1922 all’interno di un cortile privato.

Il ritrovamento è eccezionale per la sua rarità, in quanto tutti gli altri calendari giunti fino a noi sono frammentari e non contengono molte delle date presenti invece in questo di Veroli!

Curiosa è la presenza dei giorni F che sta per FASTI, cioè favorevoli, e i giorni N, NEFASTI, quindi sfavorevoli!

Dal nome del calendario, FASTI VERULANI, deriva anche il nome di un famoso Festival Internazionale di Artisti di Strada che si tiene in estate ogni anno (tranne il 2020) e che attira migliaia di turisti!

Fasti Verulani

Il Museo Civico

Dal Palazzo Municipale in piazza Mazzoli, davanti al Duomo di Sant’Andrea, si entra nel Museo Civico! È qui che si possono ammirare, oltre a ritrovamenti di epoca romana, anche tratti di mura poligonali risalenti al IV secolo a.C., tipiche delle popolazioni preromane.

Strabiliante è il criptoportico scoperto nel 2009, una struttura ipogea realizzata in opera cementizia e coperta con volta a botte.

Gli archeologi la datano al III secolo a.C., al tempo della ristrutturazione urbanistica della città da parte dei romani e pare abbia avuto lo scopo di sostenere l’allargamento della piazza superiore (per questo è chiamata OPERA DI SOSTRUZIONE)

Sala Consiliare

Sempre all’interno del Palazzo Municipale, la Sala Consiliare è un vero e proprio monumento che conserva la memoria dei cittadini più illustri, iniziando dall’eroina degli Ernici Gracilia fino alla patrona Santa Salome.

Sala Consiliare

Basilica di Santa Salome

Patrona della città di Veroli, Santa Salome è una delle figure più importanti del Cattolicesimo: madre di San Giacomo e di Giovanni l’Evangelista, è infatti una delle tre Marie presenti al momento della Crocifissione.

Il primo edificio di culto in suo onore, edificato sul luogo in cui furono rinvenuti i resti di Salome,  risale al 1209 ed è visibile nell’attuale cripta raggiungibile scendendo una scalinata sulla navata destra della Chiesa.

Sbalorditiva è la presenza di una SCALA SANTA, una delle 3 presenti al mondo insieme a quella di Roma e Gerusalemme!
La Scala è composta da 12 gradini da salire in ginocchio  (l’undicesmo, secondo la tradizione, contiene un frammento della Santa Croce di Gerusalemme) e l’incredibile privilegio fu concesso da Papa Benedetto XIV nel 1751.

Abbazia di Casamari

A circa 15 minuti di macchina dal centro storico, l’Abbazia di Casamari è un luogo religioso di straordinaria bellezza!

Nasce sul foro di un’antica città romana, Cereate Marianae, nome ricollegabile a un noto personaggio romano, GAIO MARIO, originario della vicina Arpino.

Costruita nella seconda metà dell’anno Mille, rappresenta uno degli esempi più importanti del Gotico Cistercense!

Ti abbiamo incuriosito? Se cerchi una visita guidata in Ciociaria clicca su www.ciociariaturismo.it

Vieni a trovarci nel nostro sito di agenzia di viaggi per trovare la soluzione alla Tua prossima vacanza!